default-logo

Ex-CONVITTO SALESIANI MODENA



Project:Residential ex-boarding school refurbishment / Ristrutturazione ex-convento per nuove abitazioni
Location:Modena Viale delle Rimembranze
Client:SOC. PARCO SALESIANI s.r.l.
Role: Architecture, Engineering, Work Management
Date:Design 2005 – Building 2002
Construction Cost: 7.500.000,00€

Questo complesso architettonico è stato sede del convitto dei Salesiani, successivamente abbandonato, sorge sul bordo del centro storico di Modena. Il progetto di restauro e nuova funzionalizzazione del complesso nei suoi diversi fabbricati è stato basato su ricerche documentali, individuando le componenti antiche di primo impianto, le alterazioni e superfetazioni intervenute nel secolo scorso. I saggi esplorativi hanno confermato le ricerche effettuate. Operata una restituzione dei rilievi di tipo analitico si sono distinti i diversi blocchi edificati: un palazzo seicentesco con sopraelevazioni novecentesche, un insieme di resti di case d’impianto medievale, una chiesa attestata ad una costruzione sorta a ridosso della linea delle antiche mura e un corpo omogeneo caratterizzato da ampi spazi che rifletteva l’antica destinazione a collegio, sono le parti costituenti il complesso.
La richiesta di ricavare nell’insieme dei fabbricati diversi tipi di alloggi rivolti ad un mercato qualitativamente alto ha comportato uno studio attendo delle tipologie abitative. La configurazione del sito con un’ampia zona a verde subito a ridosso del viale di circonvallazione ha suggerito una valorizzazione e recupero del disegno a giardino formale tardo ottocentesco. Per dotare il complesso di posti auto è stata ricavata sotto ad una parte del giardino un’ampia autorimessa con accesso dal viale, disimpegnata da una breve rampa. La corte interna è quindi stata articolata su due piani, sfruttando il naturale dislivello del terreno. Una parte è stata lasciata a verde naturale profondo, mentre un’altra è un giardino pensile a copertura dell’autorimessa stessa e accessibile direttamente dal portico posto al piano rialzato.
Particolare cura è stata posta nell’inserimento dei corpi di collegamento verticale. Gli ascensori sono stati inseriti in adiacenza ai tre vani scala esistenti. Un nuovo vano scala e ascensore è stato inserito nella trama architettonica. E’ presente inoltre uno scalone monumentale all’interno di uno degli appartamenti del piano terra. Nel rispetto volumetrico della parte di fabbricato occupato dalla chiesa è stato inserito un alloggio prestigioso, organizzato su tre livelli con ascensore privato.
L’inserimento degli impianti di condizionamento è stato realizzato all’interno dei volumi esistenti coperti a falda e non visibili dall’esterno. Tutti gli elementi in cemento delle balaustre esistenti, in parte ammalorati sono stati ricollocati con nuovi manufatti e le preesistenti opere in ferro sono state oggetto di un accurato restauro per non perdere nell’insieme il “valore” ambientale dell’intero isolato. Il complesso ha una superficie lorda pari a 7.530 mq.

By :
Comments : Off
Informazioni sull' autore.
Fausto Savoretti, nato a Rimini nel 1968. Laureato in Ingegneria Edile nel 1997 presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna con tesi “Progetto del bazar centrale di Bukhara: ricerca di uno sviluppo congruente con il tessuto della città”; relatore Prof. Ing. C. Porrino – Progettazione Urbana, correlatore Prof. Arch. Attilio Petruccioli – Dir. Aga Khan Program for Architecture (M.I.T.).Iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna nel 1998 con il n. 5798/A.Iscritto nell’elenco dei Professionisti abilitati L.818/’84 cod. BO05798I00806 dal 2010.Progettista architettonico.Professore a contratto di Disegno dell’Architettura – Università di Bologna – Facoltà di Ingegneria di Ravenna – A.A. 2006-2007 – ICAR/17. Leggi tutto...